Up&down: chi sale e chi scende dopo le Nazionali

In vista del ritorno in campo, ecco su chi puntare per il vostro Fantacalcio

Tascout

20 November, 2020

Immagine Articolo

Credits: Francesca Soli

La pausa per le Nazionali, si sa, è un'agonia per i fantallenatori. Viaggi intercontinentali, malumori e infortuni sono una costante e per questo motivo si butta sempre un occhio a come sono andate le cose. Perdere un giocatore chiave della propria squadra, per giunta quando è lontano dai campi di Serie A, è un'eventualità con cui si fa fatica a fare pace. Ne sanno qualcosa i fantallenatori che puntarono su Sanchez nella scorsa stagione e dovettero rinunciare al cileno per 4 mesi dopo un brutto infortunio alla caviglia. Per stare al passo con le notizie, cercheremo di darvi una mano durante le pause delle Nazionali per monitorare lo stato di forma dei giocatori impegnati con la maglia del proprio Paese e vi proporremo cinque nomi su cui puntare, galvanizzati da ottime prestazioni, e cinque da evitare perché infortunati, stanchi o giù di morale.

Chi sale

Insigne

L'attaccante del Napoli è stato il trascinatore dell'Italia nelle due vittorie contro Polonia e Bosnia. Come avevmo scritto qualche giorno fa sul magazine, sembra aver fatto quel salto di qualità che lo porta tra i fuoriclasse di livello internazionale. Con il Napoli ha saltato due delle ultime quattro partite per vari problemi fisici ma ora che è tornato al 100%, siamo sicuri che Gattuso lo piazzerà ancora una volta al centro del suo progetto tattico, perfetto per cucire il gioco con il centrocampo e rifinire per gli attaccanti. La partita contro il Milan sarà durissima ma Insigne ha i colpi per deciderla.
 
Lukaku/Lautaro

LuLa scatenata in Nazionale. La doppietta di Lukaku contro la Danimarca ha certificato il ritorno del gigante interista, fuori contro il Parma e in campo appena 15 minuti con l'Atalanta. Una prestazione convincente soprattutto dal punto di vista fisico, per la felicità di Conte, ancora più soddisfatto visto il gol di Lautaro contro il Perù di Lapadula. Il Toro ha approfittato dell'Albiceleste per dimenticare le troppe chiacchiere che circondano il suo futuro e tornerà a disposizione del tecnico pugliese stanco ma pieno di entusiasmo. Il Torino è avvisato. 


Mertens

Nel travolgente Belgio della sosta, Lukaku non è stato l'unico a esultare. Ciro Mertens ha timbrato il cartellino contro l'Inghilterra, non l'ultima delle Nazionali, ed è pronto a riprendersi il posto di punta centrale nell'attacco del Napoli. Con l'infortunio di Osimehn, infatti, Gattuso dovrebbe puntare su di lui per la sfida contro il Milan, sfruttando Petagna a gara in corso. Anche in questo caso la scelta di schierare il belga contro la capolista è difficile ma noi non abbiamo dubbi.

Arthur

Finalmente Arthur. Dopo un inizio di stagione difficile con la Juventus, abiutato a un calcio molto diverso, il centrocampista brasiliano ha ricaricato alla grande le pile con la maglia verdeoro. Geometrie, interdizione e addirittura un gol contro l'Uruguay nella vittoria 2-0 della squadra di Bacchi. Non è scontato che Pirlo lo schieri titolare contro il Cagliari, visto il lungo viaggio e i pochi allenamenti a disposizione, ma anche a gara in corso, Arthur potrebbe garantirvi quel 6,5 che non fa mai male, soprattutto in Leghe numerose. 

Vidal

Un'altra gioia per Antonio Conte che sicuramente non può lamentarsi di questa pausa delle Nazionali. Vidal con il suo Cile è stato protagonista assoluto nelle due gare contro Perù e Venezuela: doppietta nella prima partita e gol della bandiera nella seconda, persa 2-1. Re Arturo tornerà al Suning Centre con la voglia di riprendersi l'Inter dopo qualche giro a vuoto. Da schierare senza se e senza ma.

Chi scende

Milinkovic Savic

Fuori dall'Europeo per colpa della sconfitta ai rigori contro la Scozia e positivo al coronavirus. La pausa per il centrocampista della Lazio è stata un mezzo incubo e la speranza dei tifosi biancocelesti è che il suo caso non sia simile a quello di Immobile, fuori per quattro partite tra campionato e Champions League. Chiaramente solo tribuna per lui al fantacalcio, così come per Lazovic, positivo alla COVID19, e Osimehn, out per una lussazione alla spalla.

Sanchez

Per un Vidal ritrovato e trascinatore, un Nino meno brillante del solito. Nelle partite del Cile con Perù e Venezuela, Sanchez ha fatto troppo poco e le contemporanee prestazioni di Lukaku e Lautaro non lasciano spazio a dubbi: partirà dalla panchina e questa volta non è detto che entri a gara in corso, dopo il viaggio intercontinentale. 


Perisic

Un pareggio e due sconfitte. Bottino deludente per la Croazia di Ivan Perisic, titolare contro Svezia e Portogallo ma sottotono, a conferma del momento non semplice già visto in campionato, dopo un ottimo inizio. Young è rimasto a Milano e molto probabilmente si prenderà la fascia sinistra.

I colombiani

Se la pausa della Croazia non è andata un granchè, quella della Colombia è stata un disastro, paragonabile solo a quella della Germania. Nelle qualificazioni per i Mondiali del 2022, Muriel e compagni hanno prima perso 3-0 contro l'Uruguay per poi essere spazzati via dall'Ecuador 6-1. Due batoste difficili da digerire e 10 ore di volo sulle spalle. Cuadrado, Zapata, Muriel e Mojica, teneteli in panchina. 

Immagine Profilo

Tascout

Team tascout

Cosa aspetti?
Registrati ora a

Condividi le tue azioni di gioco e realizza il tuo sogno.

Iscriviti ora

Potrebbero interessarti