5 figli d’arte di cui sentirai parlare

Tascout

21 June, 2019

Indossare sulle proprie spalle un cognome pesante tanto quanto importante non deve essere semplice. Eppure, alcuni di loro, sembrano essere in grado di poter ripercorrere le orme dei loro genitori.

Stiamo parlando dei figli d’arte del futuro, i giovani discendenti dei migliori calciatori al mondo. Quelli più grandi sono vicini al difficile salto nel mondo dei professionisti, gli altri, invece, si dilettano ancora insieme agli altri bambini.

Inutile elencare i vari Chiesa, Kluivert e Di Francesco di cui abbiamo sentito già parlare.

Qui sotto troverete solamente coloro che non hanno ancora fatto parlare di sé. Ecco quali possono essere le possibili star del futuro dal cognome prestigioso. Magari, un giorno, potrete sceglierli alla Playstation proprio come avete fatto in precedenza con i loro genitori.

Non ti sei ancora registrato a Tascout!? Inizia subito!

 

Maximilian Ibrahimovic

Essere educati da un certo Zlatan Ibrahimovic è un privilegio per il piccolo Maximilian, primogenito del fuoriclasse svedese. Ha soli 12 anni e sembra aver già imparato alcuni trucchi del padre. Sguardo da killer d’area di rigore, capacità di trasformare in rete gran parte dei palloni toccati.

Isaac Drogba

In molti sognano di poter riascoltare le celebri frasi di Massimo Marianella. Considerando l’età del piccolo figlio di Didier, forse non dovremo aspettare nemmeno tanto tempo. Isaac, infatti, è diventato maggiorenne da poco e fa parte della primavera del Guingamp.

Joao Mendes

Il nome potrà confondere le idee, ma la classe cristallina elimina ogni dubbio. La scorsa estate ha firmato un contratto con il Cruzeiro ed ha soli 13 anni. Ma vi starete chiedendo: chi è Joao Mendes? È il figlio di Ronaldinho, l’ex stella verdeoro di Barcellona e Milan. Vi dice qualcosa?

Cristiano Ronaldo Jr

I video che girano costantemente sui social non mentono. Cristiano Ronaldo Jr ha le qualità per diventare un fenomeno assoluto del calcio europeo. Chissà come la prenderebbe il padre se in futuro, la piccola stellina della Juventus, gli rubasse le attenzioni dei media.

Kay Rooney

Non è una novità che i figli decidano di non seguire le passioni del padre. Anzi, spesso capita che più un genitore cerchi di istruire il proprio figlio in una determinata maniera ed esso poi prenda una strada completamente diversa. Certo che se ti chiami Wayne Rooney e sei costretto a portare il tuo figliolo agli allenamenti del Manchester City, forse è meglio che lasci perdere.

Tascout

Team tascout

Registrati ora a Tascout!

Inizia

Potrebbero interessarti