Si parla troppo poco di Emil Audero

Il portiere della Sampdoria, a 24 anni, sta disputando la miglior stagione della carriera e si candida per un posto in Nazionale

Tascout

05 March, 2021

Immagine Articolo

Padrone dell'area, felino tra i pali, implacabile nelle uscite alte e pilastro di un'intera squadra, a soli 24 anni. Nel teatro deserto che è quest'anno lo stadio Ferraris, a prendersi la scena per salvare lo spettacolo ci ha pensato Emil Audero, attore non protagonista di una Sampdoria in cui le stelle designate, a volte, steccano più del dovuto. Solido, reattivo ed efficace, il portiere italo-indonesiano è una vera sicurezza per Claudio Ranieri, ma della sua stagione eccezionale si parla troppo poco.

Additato da molti come "una delle vendite a prezzo gonfiato della Juventus", quando si trasferì a Genova, nonostante l'ottima stagione di Serie B da cui arrivava, Audero ha già fatto ricredere tutti. Tra il 2018 e oggi, il portiere blucerchiato ha giocato 97 incontri di Serie A e, non a caso, nel 2019 la Uefa lo ha inserito tra i 50 "talenti da tenere d'occhio per il futuro". Il suo apporto è stato fondamentale per la salvezza della Sampdoria, nella seconda parte di una stagione difficile come quella passata, e lo è anche in quella in corso, in cui il club galleggia a metà classifica, lontano dalle zone calde, e lui sopperisce ai tanti sbagli commessi da una difesa non molto solida. Per altro, nonostante i tanti goal subiti, diversi dei quali vanno attribuiti agli errori individuali dei difensori, Audero è uno dei portieri più apprezzati da chi gioca al fantacalcio, in quanto ha la seconda media voto più alta della Serie A (6.38), nel proprio ruolo, dietro solo ad Alessio Cragno (6.42) e davanti a Mattia Perin (6.38).

Ma cos'è che rende tanto speciale il numero 1 della Sampdoria? La caratteristica in cui eccelle è la reattività: fargli goal quando è tra i pali, soprattutto tirando da lontano, non è per niente semplice (sono 84 i tiri parati, dei 122 indirizzati verso la porta blucerchiata, il 69.4%). Questo anche perché ha un buon senso della posizione, nonostante a volte rimanga un po' troppo sulla linea di porta. Sì, ogni tanto gli piace cercare la parata a effetto, ma quale portiere non si concede mai ai fotografi? Al di fuori dell'ironia, Audero è un giocatore molto concreto ed è imbattibile quando si lancia in un'uscita alta, con grande rapidità, per anticipare l'attaccante: su cinque duelli aerei ingaggiati in stagione, non ne ha perso neanche uno. Ed è pure riuscito a tenere la porta inviolata in due occasioni, nonostante la già citata difesa ballerina che si trova a dirigere, parando anche un rigore. Insomma, non siamo di fronte a un giovane acquistato a un prezzo inflazionato per fare comodo a qualcuno, ma a un portiere davvero di alto livello, che, terminato il ciclo con la Nazionale italiana Under 21, si candida a rientrare nel giro della selezione maggiore, dopo Euro 2021.

Immagine Profilo

Tascout

Team tascout

Cosa aspetti?
Registrati ora a

Condividi le tue azioni di gioco e realizza il tuo sogno.

Iscriviti ora

Potrebbero interessarti