Pensare in verticale

Tascout

19 Ottobre, 2018

Skriniar, forte del proprio passato da centrocampista, ha la capacità innata di trovare i compagni in verticale, tagliando le linee di pressione avversarie con rapidi passaggi rasoterra. Questa opzione di trovare il compagno con un passaggio rasoterra permette alla squadra di salire velocemente e di trovare i giocatori offensivi in un breve lasso di tempo. Il lancio lungo è un’opzione che raramente si vede attuare allo slovacco. Skriniar è un difensore attento: non usa il tackle in maniera ossessiva ma scivola solo quando ha certezza assoluta di arrivare a colpire il pallone. Dinamico, elegante ma anche aggressivo, efficace quando difende in avanti aggredendo l’avversario nella propria metà campo, Milan può sfruttare l’imponenza del proprio fisico per anticipare l’avversario o marcarlo stretto da dietro, inducendolo all’errore. Affidabile nell’uno contro uno, per gli avversari che provano ad affrontarlo frontalmente il finale già scritto è quello di una macchina che in velocità sbanda contro un muro. Non a caso alcuni tifosi interisti lo hanno già paragonato a Walter Samuel.


I margini di miglioramento

Uno dei punti in cui Milan può migliorare è la lettura di alcune situazioni di gioco ma parliamo di un ragazzo di 23 anni con il futuro dalla sua parte, che si sta già affermando su livelli importanti; da questa stagione, con l’arrivo dell’esperto difensore olandese Stefan De Vrij, avrà modo di migliorare nelle varie situazioni di gioco e tutti i tifosi interisti si aspettano conferme anche in campo internazionale.

Tascout

Team tascout

Tags

Registrati ora a Tascout!

Inizia

Potrebbero interessarti