"Troppo rumore". Il giudice vieta il calcio in oratorio

Tascout

31 Gennaio, 2020

Ripensate a quel mare di partitelle giocate durante l'infanzia in interminabili pomeriggi. Ecco..ora dimenticatele tutte in un sol colpo.
Questo pare essere il destino dei ragazzi della parrocchia Santa Teresa del Bambin Gesù, a Palermo.

Il giudice civile del capoluogo siciliano ha infatti dato ragione a cinque condomini che avevano denunciato una "rumorosità intollerabile". Almeno al momento, perchè le speranze non sono svanite e sono racchiuse in un ricorso. 
Intanto però il "terribile" pallone è vietato, almeno fino a che non verranno effettuati lavori di adeguamento per insonorizzare le mura del campetto. Alcune decine di migliaia di euro, certamente troppe per una parrocchia.

Quasi paradossale, poi, che il giudice ha addirittura previsto restrizioni più ampie di quelle richieste.
Apriti cielo! Ed ecco che la comunità guidata dai Fratelli missionari della Misericordia, ha deciso di presentare reclamo, preoccupati anche dal fatto che altri oratori possano subire le stesse limitazioni. 

Ma cosa prevede la sentenza esattamente ? Nel dettaglio "vieta lo svolgimento di qualsiasi attività ludica o ricreativa che implichi l'impiego di palloni sugli spazi esterni della parrocchia e dell'oratorio in assenza di porte da gioco calcistico regolarmente munite di reti e distanti almeno un metro e mezzo dalle pareti dell'oratorio, in modo da evitare che le pallonate rimbalzino in modo rumorosissimo contro esse; di barriere perimetrali in gommapiuma intorno al campetto idonee ad evitare il medesimo effetto; stabilisce che la pratica ludica sia limitata ad un solo sport per volta e con l'impiego di una sola palla; vieta l'utilizzo di impianti di amplificazione compreso il megafono; limita il gioco del basket ad una sola volta la settimina per una durata non superiore da un'ora e comunque non oltre le ore 20; limita l'utilizzo degli spazi esterni al seguente orario: mattina dalle ore 10 alle ore 12.30; pomeriggio dalle ore 16 alle ore 21; ma "sempre e soltanto" a giorni alterni (lunedì, mercoledì, venerdì). Sempre fatte salve le attività liturgiche e le eventuali diverse intese tra gli interessati".

Tascout

Team tascout

Registrati ora a Tascout!

Inizia

Potrebbero interessarti

Il dramma di Giorgio, il coraggio di un padre

Se oggi i defibrillatori sono presenti nei campi di calcio, lo dobbiamo a una storia drammatica. E al tempo stesso b...

"Troppo rumore". Il giudice vieta il calcio in oratorio

Pallone "cancellato" alla parrocchia Santa Teresa del Bambin Gesù. Servono porte vere e gommapiuma, banditi anche i ...